Amina Trial

8 images Created 6 Jul 2013

Amina Tyler, l'attivista tunisina che ha postato le sue foto a seno nudo su Facebook per protestare contro la condizione delle donne in Tunisia, è stata arresta ali 19 Maggio a Kairouan. Amina voleva portare il suo messaggio" la Tunisia è un paese civile dove le donne sono libere" al Congresso del movimento salafita estremista, Ansar Al Sharia che aveva luogo proprio quel giorno a Kairouan.
E' stata accusata di detenzione di spray paralizzante, accusa per la quale è stata condannata a 300 dinari di ammenda e per la quale il 4 Luglio, a Sousse, si è tenuto il processo d'appello.
E' detenuta in carcerazione preventiva con le accuse di profanazione di cimitero (per aver scritto Femen su un muretto adiacente alla moschea di Kairouan), di appartenere ad un'associazione di malfattori e di offesa alla morale. Al processo d'appello per la detenzione di spray urticante Amina è stata portata in Tribunale coperta dal "sefseri" , il velo tipico della tradizione tunisina che viene dato alle prigioniere quando si presentano in aula per difenderle dagli sguardi del pubblico. Amina appena entrata in aula, davanti alla corte, si è sfila il velo buttandolo a terra con rabbia come per ribadire simbolicamente il rifiuto delle tradizioni, la sua forza , il suo coraggio e libertà di scoprire il suo corpo.
View: 25 | All